social-twiitter-top-iconsocial-ut-top-icon

Seguici anche su...

         social-twiitter-bottom-iconYouTube

contrattazioneEvertenze

Edilizia toscana, una crisi senza fine
 Scritto da FILCA CISL Firenze  il 18.12.17  in USR Toscana >> Contrattazione e vertenze

MANIFEDILIZIAOggi a Roma la manifestazione per il rinnovo del contratto nazionale, durante la giornata di sciopero della categoria. I sindacati di categoria toscani: "Settore in difficoltà, va riqualificato, la mobilitazione è necessaria".

L'edilizia in Toscana viene da 10 anni di crisi, in cui si è verificata una riduzione degli addetti di circa 30mila unità, il 50% della forza lavoro edile. Le imprese sono calate del 2% nell'ultimo anno, mentre i lavoratori a partita Iva superano quelli dipendenti (nel quarto trimestre 2016 rispettivamente 52mila e 49mila, così da usare manodopera senza i legami di un rapporto di lavoro dipendente). Questo, in un sistema di irregolarità diffusa. 

La descrizione è indubbiamente quella di un settore in difficoltà e Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil si sono sempre battute sfidando la controparte Ance per riqualificarlo e spingere sulla qualità e la professionalità.

In questo quadro, secondo i segretari regionali Simona Riccio, Giulia Bartoli e Ernesto D'Anna, si è resa "necessaria" la mobilitazione per rompere lo stallo sulla trattativa per il rinnovo del contratto nazionale fermo da un anno e mezzo (rinnovo atteso in Toscana da circa 50mila lavoratori). Sei le manifestazioni per il rinnovo del contratto in tutta Italia, la Toscana ha partecipato a quella romana.

Queste le richieste dei sindacati alle controparti: aumenti salariali in linea con gli altri settori e finalizzati anche ad aiutare una ripresa dei consumi al servizio del Paese; difesa e riforma delle Casse edili a tutela di tutti i lavoratori (operai, impiegati, eccetera), contro il lavoro nero e per sostenere le imprese più serie contro la concorrenza sleale e il dumping; più sicurezza sui posti di lavoro, contro gli infortuni e gli incidenti mortali che, drammaticamente, crescono ogni giorno di più; creazione di un fondo sanitario integrativo nazionale per tutelare sempre di più il diritto alla salute e alla prevenzione; potenziamento del fondo integrativo per il pensionamento anticipato, dando la possibilità a chi svolge lavori gravosi di andare in pensione prima e creare così occasioni di lavoro, di qualità, per tanti giovani.


Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Dicembre 2017 12:54
 
Calendario
Ultimo mese Ottobre 2018 Prossimo mese
D L M M G V S
week 40 1 2 3 4 5 6
week 41 7 8 9 10 11 12 13
week 42 14 15 16 17 18 19 20
week 43 21 22 23 24 25 26 27
week 44 28 29 30 31

Prossimi eventi

Nessun evento
  1. Inserire il nome
  2. Inserire una email valida
  3. Leggi l'informativa sulla privacy

giornali

ARCHIVIO