social-twiitter-top-iconsocial-ut-top-icon

Seguici anche su...

         social-twiitter-bottom-iconYouTube

sicurezzaSulLavoro
Sicurezza sul lavoro, nuovo impegno in Toscana
 Scritto da USR CISL Toscana  il 05.06.18  in USR Toscana >> Sicurezza sul lavoro

cascorosso

Siglato un protocollo tra Regione, rappresentanti di lavoratori e imprese, Inail e Vigili del Fuoco, per coordinamento e monitoraggio

La sicurezza sul lavoro continua ad essere una delle priorità della Toscana. Nei giorni scorsi è stato siglato, dalla Regione assieme ai sindacati dei lavoratori Cgil, Cisl e Uil, alle rappresentanze dei datori di lavoro, a Inail e Vigili del Fuoco, un protocollo d'intesa sul coordinamento e il monitoraggio della sicurezza del lavoro nella nostra regione. 

In base al protocollo, la Regione e gli altri firmatari dovranno produrre un rapporto annuale sulla sicurezza del lavoro in Toscana, che dia conto della situazione nei vari ambiti e settori di attività, delle cause di infortunio e malattie professionali, dei rischi legati a particolari settori; e mettere in atto di comune accordo, ciascuno per la propria competenza, azioni e iniziative specifiche per migliorare gli standard di sicurezza sui luoghi di lavoro.

"La Regione Toscana - si legge nel protocollo - ritiene prioritario il perseguimento dei più alti standard di sicurezza del lavoro, e da tempo, nell'ambito delle proprie competenze, ha intensificato le azioni mediante interventi normativi, di formazione a tutti i livelli e di coordinamento delle azioni in materia di vigilanza, e da sempre attribuisce priorità al tema della prevenzione e della salute e sicurezza dei lavoratori. Ora, vuole allargare il raggio delle azioni necessarie per assicurare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolgendo i soggetti con competenze in materia, in modo da avere un quadro di riferimento onnicomprensivo della situazione, e possibilità di coordinare le azioni per raggiungerre standard elevati di sicurezza. Per questo ha deciso di coinvolgere Inail, Vigili del fuoco, e il mondo del lavoro sia sindacale che datoriale."

Con la sottoscrizione del protocollo, Inail, VVFF, Cgil, Cisl, Uil, e tutti gli altri firmatari collaboreranno con la Regione per la pubblicazione di un rapporto annuale sulla sicurezza del lavoro in Toscana. Nel rispetto delle competenze di ciascuno, verranno concordate azioni e iniziative per migliorare gli standard di sicurezza sul lavoro.

La Giunta regionale curerà annualmente la pubblicazione di un rapporto sugli incidenti sul lavoro in Toscana. Rapporto che analizzerà, in particolare:

- la situazione nei vari ambiti e settori di attività

- le cause di infortunio e malattie professionali con l'evidenziazione delle relative incidenze anche riferite ai singoli settori

- i rischi particolari (i lavori ad alto rischio, le sostanze pericolose, l'impatto delle tecnologie ecc.)

- le proposte di intervento immediate e di medio-lungo periodo per promuovere la prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Il rapporto si avvarrà:

- delle informazioni e del supporto della direzione regionale Inail

- dei dati statistici e del supporto della direzione regionale Vigili del Fuoco

- dei report e del supporto dei Dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie toscane

- della eventuale attività di analisi e raccolta dati, di indirizzo, soluzioni operative e tecniche nonché della raccolta degli accordi aziendali e territoriali rilevanti effettuate dal Comitato regionale di coordinamento.

Un Comitato tecnico-scientifico, che sarà presieduto dal presidente della Regione o dall'assessore competente da lui delegato, e di cui faranno parte, oltre ai rappresentati di tutti gli enti sottoscrittori, anche docenti universitari ed esperti particolarmente qualificati in materia di sicurezza sul lavoro, esaminerà il rapporto annuale, discutendo e condividendo le informazioni in materia di sicurezza sul lavoro, e intervenendo per risolvere eventuali criticità, attraverso la progettazione condivisa di interventi congiunti.

"Dall'inizio dell'anno -ha detto il segretario generale della Cisl Toscana, Riccardo Cerza – di sono stati tanti, troppi, incidenti mortali, in Toscana come nel resto d'Itali. Questo accordo nasce dopo la tragedia di Livorno, dove due operai sono morti nello scoppio di un silos. Il giorno dopo ci siamo trovati in Regione, anche con le controparti datoriali, ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che questa mattanza deve finire. Da lì abbiamo cercato di mettere in piedi un protocollo, fatto di cose concrete. In primo luogo per far aumentare la consapevolezza e la cultura sui luoghi di lavoro, specie nei settori dove ci sono più incidenti. Per questo ci siamo impegnati a lavorare in coordinamento stretto tutti insieme con la Regione. E poi c'è un impegno, attraverso anche un comitato scientifico di esperti, a studiare bene come far diminuire gli incidenti sul lavoro nei settori più a rischio. C'è un'esperienza del passato, messa in campo per le cadute dall'alto, che ha funzionato; ora estenderemo quel modello ad altri settori ad alto rischio."

"In Toscana – ha detto Enrico Rossi - come nel resto del Paese, abbiamo registrato purtroppo una pesante ripresa degli incidenti sul lavoro. Noi ce ne vogliamo occupare, assumerci le nostre responsabilità, in maniera sinergica con le forze sociali e tutte le istituzioni. Ho conosciuto aziende che dopo aver prestato più attenzione al tema della sicurezza sul lavoro hanno visto migliorare davvero la situazione. Il rischio zero non esiste, ma ci si può avvicinare. Datore di lavoro e lavoratore sono le figure chiave. Noi, con la nostra competenza possiamo essere di supporto, assieme a Inail e Vigili del Fuoco. I sindacati giustamente ci sollecitano e ci stimolano. E noi questa sfida vogliamo accettarla fino in fondo."

Per la Regione, il protocollo è stato firmato dal presidente Enrico Rossi. Questi gli altri firmatari: Orazio Parisi, direttore Ispettorato interregionale del lavoro; Giovanni Asaro, responsabile direzione regionale toscana Inail; Roberto Lupica, direttore regionale Vigili del Fuoco; Dalida Angelini, segretaria generale Cgil toscana; Riccardo Cerza, segretario generale Cisl toscana; Annalisa Nocentini, segretaria generale Uil toscana; Alessio Marco Ranaldo, presidente di Confindustria toscana; Giovan Battista Donati, presidente di Confartigianato Imprese toscana; Anna Lapini, presidente di Confcommercio toscana; Andrea di Benedetto, presidente Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa) toscana; Nico Gronchi, presidente Confesercenti toscana; Alessandro Giaconi, presidente Agci (Associazione generale delle cooperative italiane) toscana.

leggi l'accordo

Guarda la campagna della Regione Toscana sulla sicurezza sul lavoro


Ultimo aggiornamento Martedì 05 Giugno 2018 10:16
 
Calendario
Ultimo mese Ottobre 2018 Prossimo mese
D L M M G V S
week 40 1 2 3 4 5 6
week 41 7 8 9 10 11 12 13
week 42 14 15 16 17 18 19 20
week 43 21 22 23 24 25 26 27
week 44 28 29 30 31

Prossimi eventi

Nessun evento
  1. Inserire il nome
  2. Inserire una email valida
  3. Leggi l'informativa sulla privacy

giornali

ARCHIVIO